READY FOR THE SECOND HALF OF THE SEASON ✊🏻

🚦 A TUTTO GAS PER LA DOPPIETTA A SPIELBERG E PER LA SECONDA METÀ DELLA STAGIONE 2021✊🏻 🇦🇹
 Gran Premio Michelin di Styria

Cinque settimane senza gare, l'attesa è stata dura, ma domani finalmente i motori del Motomondiale torneranno a rombare e a farci emozionare!

Per ben due weekend consecutivi sosteremo in Austria, a Spielberg dove, insieme a migliaia di fan che riempiranno le tribune del Red Bull Ring, daremo anche il benvenuto alla seconda metà della stagione 2021. 🔥



Dopo una lunga pausa estiva, il nostro Tony è davvero impaziente di iniziare la seconda metà della stagione, che prenderà il via questo fine settimana con il Gran Premio Michelin di Styria.

Durante il break estivo l'italiano non ha mai perso di vista l'obiettivo e la concentrazione. Con determinazione, energia, tenacia e forza, questo mese lo ha trascorso allenandosi duramente ogni giorno, tra Italia, Svizzera e Spagna, e adesso non vede l'ora di scendere in pista e creare tutte le condizioni per esprimere il suo grande potenziale.

La presenza del pubblico sarà per lui motivazione in più, dato che da tempo non si correva davanti a così tanti spettatori! Il nostro Shark è dunque carico e pronto ad affrontare la pista di 4,3 chilometri nel mezzo del pittoresco e verde paesaggio montano della Stiria austriaca, e farà di tutto per ridurre al minimo i punti che lo dividono dalla top 10.

TONY ARBOLINO

Moto2 World Championship 2021 – P14 – 30 points

 

🎙Tony"Non vedo l'ora di iniziare le prossime due gare. Ci siamo allenati duramente durante l'estate e dobbiamo solo mantenere la concentrazione. Siamo ben preparati per queste due gare austriache e non vedo l'ora di tornare a lavorare con la mia grande squadra. I nostri obiettivi sono sempre gli stessi e quindi faremo tutto il possibile per raggiungerli. Vogliamo migliorare nella seconda metà della stagione, fare più punti ed essere più competitivi all'interno del gruppo di testa".

 Gran Premio Michelin di Styria

Il Red Bull Ring è un circuito caratterizzato da lunghi rettilinei e numerosi saliscendi, con alcuni segmenti che presentano importanti pendenze. Le curve, a differenza di altri circuiti, sono relativamente poche: appena 10, di cui 7 a destra. Il resto dei 4.318 metri del tracciato, sono lunghi rettilinei, pensati per lo spettacolo, i sorpassi e le velocità.

A farne le spese però sono i freni e le gomme, impegnate soprattutto in linea longitudinale. Le frenate più impegnative sono quelle di curva 1, 3 e 4. La curva 1 è, tra le tre, la più dura: sebbene in salita, chiude il tratto più veloce dell'intero tracciato. La curva 3 rappresenta invece il punto più lento.

In particolare, nei tratti successivi alle curve 1 e 3, classificate anche dai tecnici di Brembo tra le più impegnative del campionato, i risultati degli studi mostrano incremento termici notevoli. All'inizio del rettilineo successivo alla curva 1, la temperatura si alza di 60°C nella zona centrale dello pneumatico, soggetta a stress longitudinale sia in fase di trazione che di frenata, mentre in uscita da curva 3 l'incremento è superiore agli 80°C.

A sopportare lo stress maggiore sono le gomme posteriori, soprattutto in corrispondenza dei rettilinei e delle frenate più critiche. Gestire al meglio queste coperture farà la differenza., indipendentemente dalle temperature ambientali.

Vuoi diventare uno SPONSOR UFFICIALE di Tony Arbolino ?

Entra a far parte della nostra squadra

Contattaci

Preferiti

Aggiornamento del browser consigliato
Il nostro sito Web ha rilevato che stai utilizzando un browser obsoleto che ti impedirà di accedere ad alcune funzionalità.
Utilizzare i collegamenti seguenti per aggiornare il browser esistente.
0 Carrello
Aggiungi tutti i prodotti capovolti al carrello capovolto